Kissin Dynamite – Megalomania (2014)

Ormai sono passati due anni dall’uscita di “Money, Sex and Power”, album che ha fatto entrare i teutonici Kissin Dynamite nell’olimpo delle nuove Metal band più talentuose degli ultimi anni, con il loro fresco Sleazy Metal si sono accaparrati una grande fetta di pubblico, affamato di quel genere che quelli della mia età  amano e che chiamano tutt’ora Glam,donandogli nuovo lustro e freschezza! Dopo un periodo di grande promozione live,che li ha visti approdare nei più grandi festival mondiali ,entrano in studio e partoriscono MEGALOMANIA,il loro 4 lavoro in studio uscito per la AFM records il 5 Settembre scorso. Le pretese credo abbiano superato di gran lunga quello che la Band poteva offrire. Con questo,non sto dicendo che MEGALOMANIA è un album da buttare,ma solo che sembra che con il cambio di look abbiano buttato via anche il divertimento e il ritmo che caratterizzava la loro musica fin ora.
MEGALOMANIA alle mie orecchie risulta troppo,troppo costruito per il music business, troppe canzoni lente ,che sicuramente non possono rientrare nelle grandi ballad caratteristiche del loro genere e nel Metal in generale! Testi TROPPO mielosi e scontati,nessuna emozione traspare all’ ascolto,nessun :<>.Una cosa è sicura, l unica forza di questo 4° lavoro dei Kissing Dynamite è la produzione,con le sue chitarrone e cori messi li come per tappare i buchi di un scarso songwriting.
Le sonorità alla Rammstein ,sopratutto sulla prima single track “DNA” i pezzi sul pop e tante altre mescolanze di generi che lo rendono davvero un lavoro insensato,sopratutto perché sono stati inseriti nelle canzoni in modo che ,davvero,non c’entra davvero un emerita mazza tra stacchi delle chitarre.
“Maniac Ball” inizia e sembra un buon pezzo,un giro di basso degno degli Skid Raw di Rachel Bolan..ma che poi si perde in stracchi,o per meglio dire vuoti di tempo, e una monotonia sonora che mi lascia davvero di stucco!
Manca sicuramente qualcosa..e quel qualcosa purtroppo si ripercuote su tutto Megalomania.Tutti e dico tutti i pezzi sono impregnati di una sorta di noia sonora,non si percepisce più la passione e “l’Hard Rock festaiolo” che era il loro maschio di fabbrica.
Le sensazioni che ho provato al primo ascolto di tutto questo lavoro è stato come tornare in dietro nel tempo a quando i Motley ne sono usciti con Dr Feelgood… sapevamo che erano i Motley ma non li conoscevi più!
Avendoli visti dal vivo in diverse occasioni con questo Megalomania sinceramente non riesco a farmi un idea da come potrebbe rendere in chiave live,tra chitarroni alla Malmsteen, pezzi  rappati e questi effetti elettronici ..  non so..
Davvero un grande peccato,e una grande occasione che ,secondo,me si sono lasciati scappare e che sicuramente farà allontanare una buona fetta del loro pubblico.
Ripeto non è un brutto lavoro da studio..ma se me lo avessero dato da recensire senza dirmi chi era l artista,non avrei mai,e dico mai pensato a loro.

[by DraconianHell]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...