Sulphur Aeon – Gateway to antisphere

Sulphur Aeon – Gateway to antisphere (Imperium production 2015)

Non è morto ciò che giace in eterno, e dopo strani eoni un gruppo di tedeschi può sfornare un ottimo dischetto tritaossa di death metal originale. Sì, si sentono echi dissectioniani e behemothiani era „Zia kos..“, ma rimangono originali in tutto e per tutto. E, cosa eccezionale, ogni canzone ha il suo perchè, la sua identità, la sua anima. La musica, non immediata e comunque „complicata“, fluisce senza appesantire l’ascoltatore, tanto che il CD te lo ascolti anche tre volte di fila senza stancarti.
Bello, decisamente bello. Attualmente il mio ascolto da auto preferito, tanto che ogni tanto mi fermo al semaforo con il navigatore che invoca Yog­Sothot, perchè non l’ho detto ma tutto il CD è dedicato ai miti di Chtulhu e all’universo Lovecraftiano.

Iä! IÄ!

[Skan]

5 pensieri su “Sulphur Aeon – Gateway to antisphere

  1. Pingback: Un tempo il metal era molto più verde – la rassegna del 2015 di TheMurderInn | The Murder Inn

  2. Pingback: Cradle Of Filth – Cruelty and the Beast (1998) – The Murder Inn

  3. Pingback: Il culto di Nyarlathotep. Sulphur Aeon – The Scythe of Cosmic Chaos (2018) – The Murder Inn

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...