Live Report (Nile + Suffocation + Embryo + Resumed)

Due band storiche del death metal tecnico statunitense, i Nile e i Suffocation in tour insieme!
Un sogno che diventa realtà! Siamo a Ljubljana, la capitale della Slovenia, città che sempre più spesso ospita concerti ed eventi internazionali importanti e attira molte persone anche dalla Croazia e dal Nord Est dell’Italia. La location del concerto, il Kino Šiška, un vecchio cinema abbandonato, che nel 2008 è stato completamente restaurato e trasformato in una perfetta sala per concerti di ogni genere.

In apertura alle due band statunitensi, troviamo due formazioni italiane, gli Embryo, gruppo death metal di Cremona e gli abruzzesi Resumed. Purtroppo per problemi legati al traffico, arriviamo verso la fine del concerto dei Resumed. Peccato, perché da quel poco che abbiamo sentito, la band meritava molto.
Alle 20 è l’ora degli Embryo, che in poco più di mezz’ora di set, riescono comunque a scaldare le ancora poche persone presenti all’interno del locale. Presentano il loro terzo album “Embryo” uscito a febbraio 2015. Con la loro batteria martellante, continui cambi di tempo, assoli relativamente melodici nonostante il genere suonato e potenti riff di chitarra, si sono rivelati veramente dei degni opener delle due band principali che stanno per salire sul palco.
Alle 21.00 arrivano sul palco i Suffocation e iniziano subito a picchiare duro con Thrones Of Blood dal terzo album Pierced from Within.
Continuano imperterriti con “Breeding the Spawn” dall’omonimo album del 1993.
Il concerto prosegue senza soste e durante lo show, sopra le altre spiccano As Grace decent, Catatonia, Effigy of forgotten, per terminare, dopo un’ora ininterrotta di musica, con Infecting the Crypts. La band si presenta con un nuovo cantante, Ricky Meyers, della death metal band Disgorge, ed il risultato è veramente brutale.
Ore 22.30, puntuali come un’orologio solare, salgono sul palco i Nile! Le piaghe d’Egitto non sono nulla in confronto al muro di suono che gli statunitensi riescono a tirare fuori dai loro strumenti. Durante tutto il concerto, la sala ormai piena si gode le devastanti urla di Karl Sanders e Dallas Toller…senza pause, senza tregua passano come un rullo compressore Defiling the Gates of Ishtar, Kafir!, Hittite Dung Incantation ed il nuovo singolo Call to destruction, dall’ultimo album What should not be unearthed. La doppia cassa di Kollias ci sfracella letteralmente lo sterno. Tra le varie canzoni che compongono uno dei migliori set mai suonati live, passano veloci i 75 minuti a disposizione della band, che ci saluta con Black Seeds of Vengeance.
Per noi purtroppo la serata è finita, le band continueranno con le ultime tre date di questo tour europeo iniziato il 29 agosto a Varsavia in Polonia. Uno show da ricordare, organizzato da Veseli Dihurčki- Dirty Skunks, che nelle prossimi mesi, porteranno sullo stesso palco i Korpiklaani e i Behemoth. Una discreta affluenza di pubblico, una location fantastica e cosa non meno importante, una birra alla spina veramente buona ed economica.
Visitate il sito www.dirtyskunks.org per tutti gli aggiornamenti del promoter.
Galleria Fotografica – CLICCA QUA
[Manuel Demori]

Un pensiero su “Live Report (Nile + Suffocation + Embryo + Resumed)

  1. Pingback: Sabbia, Assiri e Faraoni. Nile – Amongst the Catacombs of Nephren-Ka (1998) – The Murder Inn

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...