Ci eravamo lasciati così. Carcass – Swansong (1996)

Risultati immagini per carcass swansong

La prima volta che ho sentito Swansong ero in macchina. E no, non era il 1996 per logici motivi d’età. Conoscevo Heartwork e i suoi suoni, non mi aspettavo Swansong e quel groove micidiale che lo percorre, una tensione che al tempo nessuno aveva proprio capito.
Tutti a sputtanare questo disco, tutti a sputarci sopra dicendo: che merda. Io, in quel momento, mi sentivo anche uno stronzo a farmelo piacere. Perché, ve lo dico, a me Swansong è sempre piaciuto. Il groove? Il sound? O il fatto che un disco che parte con Keep On Rotting In The Free World e poi non sbaglia un cazzo di colpo uno fino a Generation Hexed (?) direi che è una buona motivazione per farselo piacere. O per farmelo piacere.
Sette canzoni su dodici spaccano e continuano a spaccare, le ultime cinque mi piacciono ma se dovessi scegliere, pistola alla tempia, prenderei sempre una Blackstar o Childs Play sulle ultime. Questione di gusti, sia chiaro, e dell’effetto che hanno quei riff sul mio piede e sull’acceleratore sotto di esso.
Ecco il perché mi ricordo del disco, perché quando sono partite le prime note della canzone (ed ero in autostrada), il piede ha incominciato a scendere e fare di testa sua.
Jeff Walker&Co. la sapevano lunga e prima di noi che questo disco sarebbe stato rivalutato con il tempo, infatti tutte le volte che il singer-bassista britannico ci piglia per il culo è sacrosanto e meritato. Loro avevano capito, noi no.
O molti di noi. Che poi è uguale, visto che il risultato è stato band in naftalina, creazione dei Blackstar nel 1997 (che sono l’idea prosecuzione di un disco come Swansong) e poi tanti saluti ai Carcass per 17 anni. Il tempo, circa, di produzione di un disco dei TOOL.
Ok, la copertina era orrida allora e lo è ancora adesso (e son passati 22 anni), ma smettiamo di fare la generazione Facebook e giudicare dalla confezione: i pezzi ci sono, hanno un cazzo di tiro e, se vi immaginate a percorrere l’autostrada, Swansong non dovrebbe mancare.
Lo so, siete dei puristi dei Carcass e niente è meglio di Necroticism o LP precedenti. Lo so, adorate Heartwork e niente, non esiste altro Carcass al di fuori di quello là. Lo so, poi hanno fatto uscire anche Surgical Steel (e vi giuro che non lo pensavo così ispirato).
So tutto, ma anche voi dovreste sapere quando ammettere l’errore e dire: cazzo, questo disco ce lo siamo sempre persi, rivalutiamolo.
Adesso è ora: sono passati 22 anni cazzo.
Io non posso certo dirvi cosa ascoltare, ma sicuramente posso dirvi che fate una mossa da stronzi a tenervi Swansong nel cassetto e avere la puzza sotto il naso. Questo lo posso fare.
[Zeus]