Placebo – Without You I’m Nothing (1998)

Risultati immagini per placebo without you i'm nothing

Quando è apparso sul mercato questo disco dei Placebo, Without You I’m Nothing, io, di loro, non sapevo un beneamato cazzo. Fate conto che  avevano già fatto uscire un disco due anni prima e io non me l’ero cagato neanche di striscio.
Nel 1998, però, hanno incominciato a trasmettere su MusicBox il video di Pure Morning e non potevi non fermarti, anche solo un paio di minuti, ad ascoltare cos’era: quindi ecco il look androgino di Brian Molko, il video che sembra un precursore delle puntate di Black Mirror con 15 anni d’anticipo e un sound che ti restava in testa nella sua efficace semplicità. Il risultato è che mi sono fermato invece di skippare verso altri canali, probabilmente per tentare di vedermi i Simpson durante la pausa pranzo a scuola. A 17 anni erano ancora un momento nella scaletta quotidiana, probabilmente perché ancora mi facevano ridere… poi ho scoperto Family Guy e saluti.
Un po’ quello che è successo anche con i Placebo. Mi hanno intrigato con Pure Morning e non lo nego che, in alcuni casi, l’ho addirittura aspettata/cercata questa canzone: ha un mood strano, sbilenco, che vorresti sperare felice ma sai che non lo è.
Poi il resto del disco, ad onor del vero, l’ho ascoltato qualche volta molti anni dopo su YouTube, probabilmente perché avevo parlato dei Placebo a qualcuno che li aveva conosciuti quando avevo visto io quel video e così mi sono messo ad ascoltarlo. Carino, ma non è mai stato il mio genere, non sono mai stato un appassionato di questa mistura glam/pop/brit e chissà che cosa altro (molte delle mode uscite dal Regno Unito negli ultimi 20 anni non mi hanno preso – il britpop, fra l’altro, mi ha sempre disgustato in maniera poderosa).
Però Without You I’m Nothing (la canzone) non è male, ma non possiede quel fascino decadente della prima traccia. Il resto, per me, è diventato velocemente prescindibile, tanto che non risentivo niente di loro da anni e adesso l’ho fatto solo perché, quest’anno, Without You I’m Nothing compie vent’anni.
Vent’anni fa mi sono fermato un momento per vedere un video con un cantante androgino e uno slowmotion costante e poi mi sono dimenticato completamente della band. Vent’anni fa è uscita Pure Morning e, ancora oggi, è l’unica canzone che mi va di ascoltare di Brian Molko&Co.
[Zeus]