Il Nome della Fossa: Valerio Evangelisti – Metallo Urlante [Einaudi]

Valerio Evangelisti, classe 1952, è un autore bolognese noto ben oltre i confini nazionali, soprattutto per il ciclo di romanzi che vedono come protagonista l’Inquisitore Nicholas Eymerich. Oltre ad essere un grande scrittore, ha anche ottimi gusti musicali.
Nel 1998 ebbe un’idea geniale: scelse quattro band storiche dell’heavy metal e, ascoltando la loro musica, prese l’ispirazione per scrivere quattro romanzi brevi (o racconti lunghi, se preferite). Il risultato è questo libro che già dal titolo, Metallo Urlante, dovrebbe far accendere una lampadina nella mente di ogni metalhead.
Prima di continuare vorrei fare una precisazione: i quattro romanzi non si ispirano ai testi delle canzoni, ma alle sensazioni e alle immagini che l’ascolto della musica provocava nella mente dell’autore.
Il primo si intitola Venom e la fonte d’ispirazione è Black Metal: è diviso in otto capitoli ognuno dei quali ha come titolo quello di una canzone dell’album. Il genere è uno fantascientifico post-apocalittico alternato allo storico medioevale, caratteristica comune a molti romanzi sull’Inquisitore Eymerich.
Il secondo porta il titolo di Pantera, che è anche il nome del protagonista, e si ispira all’album Cowboys from Hell. Il genere è western con incursioni nell’horror. Pantera sarà in seguito il protagonista di due romanzi lunghi interamente dedicati a lui: Black Flag (e anche qui dovrebbe suonarvi un campanello) e Antracite.
Il terzo romanzo si chiama Sepultura ed è ambientato in un carcere di massima sicurezza brasiliano dove i detenuti, invece che nelle celle, vengono rinchiusi tutti insieme in un pozzo ed immersi fino alla vita in una sostanza organica collosa che li tiene a bada e gli impedisce di muoversi.
Il quarto ed ultimo lavoro porta il nome di Metallica ed è stato ispirato dall’ascolto di Kill ‘em All. Anche in questo caso sono i titoli delle canzoni a dare il nome ai capitoli. Il genere è guerresco, con un’ambientazione imprecisata nel futuro prossimo.
Dato il contenuto del volume, non posso che consigliarlo a chiunque ami il metallo e la narrativa di intrattenimento. Non sarà il libro che cambierà la vostra vita ma è un sincero ed appassionato tributo all’heavy metal da parte di un’autore che non è di certo l’ultimo arrivato.
Quindi, cosa non da poco, è anche ben scritto.
[Lenny Verga]

Annunci

Un pensiero su “Il Nome della Fossa: Valerio Evangelisti – Metallo Urlante [Einaudi]

  1. Pingback: PENTAGRAM – Curious Volume (Peaceville Records/Audioglobe) – The Murder Inn

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...