Romanticismo, amore e metal. In poche parole: HIM – Razorblade Romance (2000)

All’inizio del nuovo millennio non si poteva scappare dal Love Metal. Gli HIM erano una band citata ripetutamente, più spesso dal pubblico femminile vista la supposta avvenenza del singer Ville Valo (o per le tematiche. Ma chi cazzo le ascolta le tematiche? O forse sono io che ascolto gruppi stupra-cristi e va bene tutto?), ma suppongo che, visti i dati di vendita, non siano state solo le donne a comprare questo disco e promuovere gli HIM nel mondo. Detto della popolarità del nuovo millennio, va anche accennato che loro sono i promotori dell’Heartagram e il futuro prossimo valuterà se aprire un secondo Processo di Norimberga contro questo crimine. Non sta certo a me discutere su quello che è venuto fuori in quel periodo storico. 
Non c’è da nascondersi dietro un filo d’erba e criticare a cazzo di cane, la loro popolarità dell’epoca era dovuta proprio a quel mix di generi che abbracciava senza distinzioni gli anni ’80 fino alla metà dei ninties: quindi ecco che nel nuovo millennio si riaffaccia orgoglioso il gothic, spruzzate di glam, di rock da classifica e poi c’è la grossa componente pop condita, però, da un singer con la voce baritona e un’attitudine tanto dannata quanto sexy e capace di bagnare più donne dei Monsoni.
Se vogliamo citare qualche band a caso, anche se giocano in campionati diversi, la lista potrebbe prendere gruppi come i 69 Eyes, i Type O Negative o i Sentenced (se vogliamo tirar dentro anche i finnici, sicuramente vicini agli HIM per certe tematiche); ma aggiungo anche le band degli eighties (Depeche Mode, Roxette e tutta questa gente qua). 
Dove i riferimenti musicali sono abbastanza semplici da individuare, pur se declinati in una versione molto più pop e laccata (data da una produzione limpida e bombastica) rispetto alle prime prove del gothic europeo della metà dei ninties; la parte del leone, come detto sopra, la fanno le lyrics. Amore, odio, morte, perdita, tormento e tutto quello che poi preso e centrifugato nei romanzi come Twilight et similia, viene condensato in undici tracce a prova di bomba.
Voi capite che queste lyrics possono far breccia nel cuor di generazioni nate con lo sdoganamento del black metal sinfonico e acchiappone ed il gothic metal promosso anche dalle ormai emergenti female-fronted band. Ville Valo concepisce un mix corretto di parti, che non ti fanno guadagnare punti-bestemmia da sfruttare in caso di confronto con Dio, ma eccome se fanno presa. 
Il fatto è che Razorblade Romance è un disco pop, con sfumature “dure” che si diluiscono velocemente con il passare delle canzoni (non è una bestemmia dire che già dopo il primo minuto di canzone siamo già in territori da classifica? Se le radio fossero posti migliori, sarebbero dentro senza problemi… ma questo valeva anche per quel condensato di singoli chiamato One Second). 
Non credo che ci sia da stupirsi su questo andamento, cari miei. L’hair metal e il glam metal non erano morti poi da troppo tempo e, pur avendo alcune parti più metalliche, nella seconda ondata il DNA pop era ben radicato e ben esplicato da gente come i Bon Jovi. E se nel grande piatto dei soldi della musica ci mangia gente così, perché non dovrebbero provarci anche gli HIM? 
Circa ogni dieci anni il mondo della musica si prende male e guarda indietro, facendo riemergere sonorità finite sul fondo del mare e ormai talmente schifate dalla gente che, essere accostati a certi suoni, era simile ad essere chiamati figli di un cane. Esagero, ma la gente ha memoria corta ed essere chiamati glam/hair metal era un insulto, poi sono venuti fuori gli Steel Panthers.
Vent’anni dopo, riascoltandolo con le orecchie pulite da tutte le diatribe fra trve metal, false metal, defenders of the faith e, ovviamente, black metal figa-repellente, si può dire che Razorblade Romance è un album pop-rock che, per una congiuntura astrale sbagliata (essere associato al metal e soffrendone la categoria), non è stato recepito da un pubblico più ampio di quello che ha raggiunto. 
Non la mia tazza di tè, ma posso capire perché ha fatto strage di cuori.
[Zeus]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...