Morte e distruzione, un EP firmato Sargeist: Death Veneration (2019)

Gli EP sono sembra una bestia strana, rischiano di essere porcate buttate fuori solo per far passare l’appetito ai fan in occasione della release ufficiale, ma vista l’attitudine al lavoro dei Sargeist, direi che non è il caso di specie. Abituati a produrre dischi in maniera quasi bulimica, la band finnica lascia passare un anno e fa uscire 4 tracce molto valide. Unbound era una prova molto buona e l’EP Death Veneration conferma le ottime impressioni con tre brani nuovi e una (Lunar Curse) già apparsa sullo split con i Funeral Elegy del 2004.
Canzoni che fanno vedere che i Sargeist sono in salute e che la nuova rotta del líder máximo Shatraug è efficace, anche se molti fan della prima ora non approvano questa variazione sul tema e il black metal sì raw, ma non privo di concessioni melodiche, che fa capolino dal 2010 in avanti. 
Death Veneration è figlio legittimo di Unbound sia come sonorità (registrazioni sporche, ma non sembra di sentire un mp3 registrato con un vecchio Nokia 3310), sia come songwriting. I pezzi più lunghi (To Feast on Astral Blood) non annoiano, pur aggirandosi sui quasi 8 minuti di durata, e il riff iniziale di Death Veneration rimanda alla mente proprio Let The Devil In e per poco non mi scappava da canticchiarne il ritornello. 
EP di complemento, ma con una sua dignità. Pensato per chi vuole tutto dei Sargeist, ma anche per chi vuole approfondire la nuova versione della formazione finnica. 
[Zeus]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...