Le oggettive difficoltà di recensire i Soilwork di The Chainheart Machine (2000)

Se la storia fosse vera e non una fiction simile a Game Of Thrones/Lord Of The Rings, mi verrebbe da esclamare anche a me: “Elì, Elì, lamà azabtànì. Perché, signori e signore, mi tocca parlare di nuovo dei Soilwork
Io speravo non toccasse a me, ma al mio eventuale erede: niente da fare,
questo sporco lavoro tocca ancora a me.
Il problema, da quanto capisco, non sono io, ma i Soilwork
E questo, signori, è quanto dovrebbero dire le tipe quando, con grazia omicida, ti stanno scaricando. Che poi tu pensi che ha perfettamente ragione a ritenersi problematica, è un discorso diverso.
Venendo alla mia separazione consensuale con i Soilwork, ritorno a dire che loro, o per fare un esempio calzante, gli Arch Enemy, sono il genere di band che non ti lasciano proprio niente dentro, se non una profonda noia.
E sì che The Chainheart Machine inizia anche benino, con la title track in bella forma, veloce, ficcante e un bel duetto di chitarre (anche se, già dall’inizio, si capisce che scimmiottano gli At The Gates – senza averne la qualità – e poi si buttano su quanto fanno/faranno gli In Flames nel ritornello). Il problema è che dopo di questa ci sono 39 minuti e 8 canzoni che rinfrescano il concetto di nulla. I Soilwork hanno l’abilità di anticipare di qualche mese gli In Flames nel grande buco in cui cade lo swedish metal melodico a seguito dello scavallamento del millennio.
Bjorn Speed&Co. sono derivativi, poco ricordabili (se non qualche parte qua e là) e vanno bene per tutto quel pubblico di persone che si accontentano di una serie di riff poco personali/similari, qualche inserto di tastiera (ormai d’obbligo nello swedish death metal melodico) e il forzato tentativo di saltare sul carrozzone ormai avviato del genere. 
Il più grande problema dei Soilwok, cari miei, non è fanno dischi brutti tout court (perché nel mondo metal ci sono i dischi oggettivamente osceni), ma che producono dischi assolutamente prescindibili.
Questo, per me, è qualcosa di molto peggio. 
[Zeus]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...