Black Sabbath – Past Lives (2002)

Quanto mi piace questo doppio disco dal vivo. Forse é piú un concetto affettivo che di reale valore, visto che il primo LP é niente meno che il famigerato Live at Last del 1980 (uscito giusto per far incazzare un po’ il buon Ronnie James Dio all’epoca appena entranto nei Sabbath), mentre il secondo racchiude un collage di canzoni tratte dall’ormai iconica serata a Parigi del 1970 e un trittico di tracce da un concerto americano del 1975. Non proprio novitá assolute, se si esclude la tripletta Hole in the Sky – Symptom of the Universe – Megalomania, visto che erano state registrate per un LP dal vivo abortito prima di uscire.
Ma band ai tecnicismi che non interessano a nessuno, figuriamo a voi che leggete questa rubrica quando siete sul cesso e vi chiedete se dovete pulirvi il culo con la carta o solo con le dita e poi lavarvi le mani.
Live at Last é entrato nella mia vita in maniera quantomeno particolare. All’epoca ero in giro per l’Umbria, per la precisione Perugia, perché un mio compagno delle superiori aveva incominciato a frequentare l’Università in quella cittá. Quindi perché non approfittarne e non andarlo a trovare nei momenti dei traslochi o, strano ma vero, anche per l’Umbria Jazz Festival. A me, del jazz, non me ne é mai fregato un cazzo; scusate se faccio outing in questo modo ma proprio non l’ho mai capito appieno, anche se ad un certo punto mi ero preso non bene, diciamo decentemente, ad ascoltare John Scofield e compagnia suonante. La fase é durata il tempo di uno starnuto, quindi non sono mai entrato in contatto con questo modo di pensare e dopo i primi due tentativi d’ascolto della cassettina con tutto il jazz minuto per minuto mi é venuta una certa allergia al genere e l’ho lasciato nel compost delle cose che non so quando, e se mai, recupereró. Peró il Jazz Festival era un bel momento di vedere una cittá nel pieno di un evento grosso e internazionale, Bolzano, una cosa cosí, la “sperimenta” solo con i mercatini di Natale ed é solo una cosa ossessiva vedere stormi di bus arrivare in centro e girovagare come mandrie di nutrie per gli stand. Visto che gli eventi interessanti ero per lo piú alla sera, durante il giorno ci siamo sempre mossi per l’Umbria, andando a scoprire una cittadina, un paese o alla ricerca di qualcosa da mangiare per poi arrivare alla sera a Perugia, dove lui aveva l’appartamento con altri due/tre tizi, e poi si usciva a bere e sentire musica. Durante uno di questi giri, ci siamo fermati davanti ad un negozio che metteva tutto in vendita con il 50%-70% di sconto a causa della rottura delle tubature dell’acqua, cosa che aveva fatto marcire metá collezione di dischi e rovinato diversi CD. Uno di questi era Black Sabbath – Past Lives. Venduto come CD singolo, nonostante fosse doppio, al prezzo incredibile di pochi euro, si é rivelato la colonna sonora principale di trequarti dei giorni che siamo rimasti in zona Perugia. Come potevi staccarti da un doppio LP di questo tipo? Non suonava artefatto come Reunion e aveva una qualitá sonora decente, con tanto di formazione originale e pezzi che abbracciano il mio periodo preferito della band – sí, Sabotage compreso e con orgoglio. Non so se Past Lives sia il miglior album della band o il piú sincero o chissá cosa, ma é un doppio CD che ascolto con piacere ancora oggi. Forse perché mi rimanda a vent’anni fa, ai giri in macchina (una Renault Doblo) a Perugia, lo smarrimento totale di trovarsi persi a Gorgo e l’Universitá come unico problema della vita.
Spero per voi che non vi stavate aspettando una recensione di un disco live dei Black Sabbath, uscito 20 anni fa e registrato quasi 50 anni fa. Se non avete idea di come suona(va)no i Sabbath all’epoca é completamente inutile che continuate a leggere questa webzine.
[Zeus]

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...