Kaltenbach Open Air 2019

Contrariamente a qualsiasi previsione di inizio anno, la felice combriccola di TMI dirigerà il proprio radar metallico verso il KALTENBACH OPEN AIR.
Ritorniamo a questo festival dopo un paio d’anni d’assenza e l’attesa è alta, soprattutto perchè i nomi che girano dentro questo festival non sono quelli “di grido”, ma sono quelli giusti, quelli che ti fanno saltare dalla sedia senza avere 20.000 persone a soffiarti sulla schiena.
Headliner sono grossi, Enslaved, Asphyx (già apprezzati anche al Colony Open Air) e Carpathian Forest non sono i nomi da prime-time per altri festival, ma il KOA punta su cose più di nicchia e gli rende giustizia.
Se poi ci aggiungete l’hype che mi ha preso sapendo che ci sono dentro gli Mgla e i Gutalax, capite che è una questione di principio essere presenti a questo festival. I primi, con buona probabilità, presenteranno qualcosa dal nuovo disco, di cui abbiamo già avuto modo di vedere una preview nei giorni scorsi, mentre dai secondi ci si aspetta uno show divertente e, cosa interessante, ogni volta che li sento mi torna in mente la band bolzanina Ešerichija Cøli. Penso per assonanza nelle tematiche, ma è una questione abbastanza naturale.
Prendo tempo per questi, perché citare tutta la lista, che comprende Aura Noir, Pestilence, Haemorrage, Vomitory, Sinister, Avulsed, Dornenreich etc, sarebbe veramente troppo lungo e non c’è bisogno di presentare mille band quando basta dire: ci vediamo al Kaltenbach Open Air.
Il resto vedete voi.

[Zeus]

SLOWTORCH – TOURpiloquio pt.2

[Riceviamo e pubblichiamo]

 
TOURpiloquio pt. 2

Concluso il tour primaverile in Austria e Inghilterra, gli SLOWTORCH, storica band stoner/metal di Bolzano, annunciano nuovi appuntamenti dal vivo per la stagione estiva a supporto del tour della reunion della formazione di Serpente – ultima fatica in studio del quartetto bolzanino.
La band sarà dal vivo in tre date nel Nord Italia tra le province di Bolzano (Hammerfest Festival) e Trento (fra cui un’esplosiva data di supporto agli Orange Goblin).

La band sta attualmente registrando il successore di Serpente, provvisoriamente intitolato “The Machine Has Failed”, disco che si preannuncia ancora più pesante, diretto, in-your-face dell’ultima prova in studio.

Gli SLOWTORCH, dopo 13 anni di musica e sudore sui palchi europei, continuano ad inseguire un sound originale che si può descrivere come una miscela esplosiva di riff, supportati da una sezione ritmica compatta e una voce aggressiva. Mescolate tutto e troverete come suona la band. 

In poche parole? I Clutch che si mischiano ai Black Sabbath e ai Corrosion of Conformity.

SLOWTORCH TOURpiloquio Pt.2:

05 luglio – Oltrasuoni Festival w/ Orange Goblin
06 luglio – HammerFest w/ Valafar (UK), Feline Melinda and many more
27 luglio – Rock N Paella, Padergnano (TN) w/ Forstoner and FSM

– – –
web slowtorch.com
social facebook.com/slowtorch
videos youtube.com/slowtorch
audio soundcloud.com/slowtorch

Nuovo minitour austriaco per gli Slowtorch

Riceviamo e pubblichiamo:

I bolzanini Slowtorch ritornano in Austria con un minitour dopo la convincente una prima tappa di metà gennaio.
La band, che dal 2018 vede di nuovo Skan ad occuparsi delle parti di basso, sarà in compagnia del trio Vu Garde, già in apertura del quartetto di Bolzano al Jelly.Fish di Innsbruck.

Queste date anticipano la registrazione del prossimo materiale in studio, ormai a  buon punto in fase di pre-produzione dei brani.
Il nuovo disco, che vedrà la luce 5 anni dopo SERPENTE (ultima fatica in sala di registrazione targata 2014), sposterà il sound degli Slowtorch su territori più pesanti ma senza perdere di vista quello che è il trademark della band.

Il tour austriaco è stato pianificato nel weeekend del 22.-23. marzo e toccherà le seguenti città:

slowtorch-vu-garde-inspector-fuzzjet-music-house-graz-at

22.03. Slowtorch + Vu Garde + Inspector Fuzzjet @ Music House di Graz (AT)

slowtorch-vu-garde-mammut-bar-klagenfurt-at
23.03 Slowtorch + Vu Garde @ Mammut Bar di Klagenfurt (AT)

Per informazioni, concerti e scambi date, potete contattare direttamente la band alla loro pagina Facebook: SLOWTORCH.

L’ennesimo lyric video dei Rotting Christ: Sons Of Hell (2019)

La recensione del disco The Heretics uscirà fra un po’, voglio ascoltarmelo ancora per poter dare un giudizio sincero sulla nuova fatica in studio di Sakis.
Nel frattempo eccovi il lyric video (ormai Sakis fa solo questo) della bonus track del nuovo LP The Heretics – The Sons Of Hell.
Paradossalmente, questa è la traccia con più chitarre di tutto il disco, anche se, come sempre, o la melodia o il riffing o il testo ti fa esclamare: ma io, questo/a [* inserite parte a scelta] l’ho già sentito/a!!! 
[Zeus]

Il nuovo singolo degli Eluveitie – Ategnatos (2019)

Nel 2017 gli Eluveitie hanno deciso di cambiare pelle e si sono separati da un paio di membri (fra cui Anna Murphy che, a quanto ho letto in giro, è andata a formare i Cellar Darling) e hanno accolto, nell’allegra combriccola, Fabienne Erni
Dopo aver dato alla luce Evocation II – The Pantheon (che non ho ascoltato neanche a pagarlo), mi sono imbattuto per caso nel nuovo singolo: Ategnatos. Singolo, nonché title-track, dell’LP che uscirà il 05 aprile. 
A parte che son passati anni e gli Eluveitie continuano a suonare come una succursale svizzera dei Dark Tranquillity con in più violini e pentolame vario, ma vi siete accorti anche voi che la nuova cantante ha un carisma che è pari a zero?
Sto guardando il video e, vi giuro, non riesco a ricordarmela.
Non incide, a parte i coglioni con quel vocalizzo iniziale che, per quanto mi riguarda, ha la capacità di essere irritante come il tick-tick… di James Hetfield-iana memoria. 
Poi ci saranno i fan sfegatati e che sbaveranno come rottweiler a sentire Chrigel con il growl e la tizia che canta in clean sarà boh, qualcosa, ma puttanaeva, ‘sta porcatroia di canzone non te la ricordi.
[Zeus]

Rotting Christ – The Raven (2019)

Questo post lo scrivo veloce, perché dei Rotting Christ si parlerà ancora nelle prossime settimane e, soprattutto, dopo il 15 febbraio 2019 quando uscirà The Heretics.
Di questo LP sono stati creati tre lyric-video (cazzo, ormai non vengono più spesi soldi per fare video imbarazzanti, peccato): Heaven and Hell and FireFire God and FearThe Raven

Posto questo per un semplice motivo: nei precedenti si sentiva che Sakis aveva pescato un po’ qua e un po’ la nella musica dei Rotting Christ (e forse da altre parti, quel furbone ci mette sempre sul chi va là), mentre in The Raven c’è qualcosa di nuovo. La canzone non è un capolavoro assoluto, è cresciuta con il passare del tempo e, vorrei sottolineare, suona originale al 99% (non ci metto la mano sul 100%, perché quel diavolaccio di un greco sa come si creano le cose con quello che passa il convento). Oltre a tutto, The Raven ha un assolo “mai sentito” per la band greca, cosa che fa pendere il giudizio sul positivo… questo perché nei primi due estratti da The Heretics si poteva indovinare dove sarebbe iniziato l’assolo senza neanche conoscere la canzone. 
Ma noi li amiamo anche per questo, i fratelli Tolis ci mettono convinzione e costanza. Il Diavolo può essere fiero di loro. 
Noi di TMI lo siamo di sicuro. 
[Zeus]

Il singolo natalizio-escrementizio degli Ešerichija Cøli

Riceviamo e pubblichiamo:

La Majestic AβFuck Promotion Agency è lieta di presentarvi il nuovo singolo natalizio-escrementizio degli Ešerichija Cøli. La band altoatesina, dopo aver esordito con il debut-album DiarReHa (Excretion Eins), esce con un singolo sul Natale e sulle festività dedicate a quel tizio nato nella grotta e poi appeso ad Aprile. 

La band, ancora avvolta nel segreto più assoluto e fiera di essere decisamente meglio dell’altra “band sconosciuta pseudo-satanica”, ha dichiarato: “Per eseguire questo brano sono state assunte le giuste quantità di birra e vodka e non è stato torturato nessun animale. A parte il nostro bassista, che è stato preso a frustate per farlo registrare. Chiunque si sentisse offeso dal testo di questo brano, può tranquillamente fare una cosa: non ascoltarci!“. 

Ešerichija Cøli sono lieti di annunciare che sono alle prese con la registrazione del prossimo disco in studio. Per la registrazione si affideranno ancora a Ešerichija D, noto produttore in ambito metal/rock nonché tecnico del suono per alcune delle più importanti band dell’Africa Sub-Sahariana. 
Stay tuned, perché le novità sono tante e, come sempre, alla band non gliene sbatte un cazzo se vi interessa o meno di quello che scrive. Basta che mandiate i soldi per comprare da bere o andare a donne.  

Se cliccate sul link qua sotto, potete sentire:

Merry Christmas (Root Canal Treatment Appointment)

Gli Emerald Shine presentano il loro nuovo lyric video

Riceviamo e pubblichiamo:

I cechi Emeral Shine, che creano metal con l’arpa (ma non solo! n.d.A.), sono lieti di presentarvi il nuovo (e, allo stesso tempo, il loro primo in assoluto) lyric video. Questo è stato realizzato in occasione della release del loro album di debutto Misty Tales, pubblicato un mese fa. 

Il disco di debutto è un concept album basato sulle storie degli elfi e il nuovo lyric video cerca di riproporre lo stesso feeling da “Terra di Mezzo”. Il video è stato montato dal videomaker ceco Mateo Tazky, mentre le immagini sono state disegnate dall’artista, sempre proveniente dalla Repubblica Ceca, Raven from the North. 
La cover del disco, disegnata da Morgana La Fay, è stata utilizzata anche per il video finale. 

Insieme al nuovo video, gli Emeral Shine presentano, sulla propria pagina FB, anche il nuovo merchandising: https://tinyurl.com/MistyMerch2018. Insieme al classico assortimento di CD, spille e le classiche T-shirt, la band vi offrirà anche qualcosa di veramente speciale: delle magliette personalizzate e disegnate a mano dalla violinista della band Klara Sindelkova. 

Chiunque fosse interessato a riceverne una, può contattare la band via e-email a emerald.shine.band[at]gmail.com o sui nostri canali social, facendo sapere il colore, la taglia e il disegno desiderato. Sulla maglietta potranno essere eseguite tutte le immagini realizzate da Raven from the North. 

La band ha appena finito un minitour autunnale a supporto del nuovo LP. Dopo la pausa per le festività, l’attività live ripartirà nel nuovo anno con concerti in Repubblica Ceca, Polonia e Slovacchia. 

Per tutte le informazioni: 

Emerald Shine:
https://www.facebook.com/emeraldshineofficial/

Raven from the North:
https://www.facebook.com/ravenfromthenorth/ http://theravenfromthenorth.eu 
https://www.instagram.com/theravenfromthenorth/


Morgana La Fay:
https://www.behance.net/user/?username=morganalafay

Videography Mateo Ťažký:
https://www.videography-mateotazky.cz/ , https://www.facebook.com/VIDEOGRAPHY.MATEO/

Nuovo video degli Emerald Shine

[riceviamo e pubblichiamo]

Di seguito il nuovo video della band ceca EMERALD SHINE, intitolato The Elven King.

Per maggiori informazioni:
Facebook https://www.facebook.com/emeraldshine…
Instagram: https://www.instagram.com/emeraldshin…
SoundCloud: https://soundcloud.com/emerald-shine/
ReverbNation: https://www.reverbnation.com/emeralds…
Bandzone: bandzone.cz/emeraldshine

Per acquistare il nuovo disco “Misty Tales”:
Get the album: Spotify: https://spoti.fi/2DuiSTo
Google Play: https://goo.gl/dGgtGd
iTunes: https://goo.gl/7AKcdW
Amazon: https://goo.gl/bzhSUs
Deezer: https://goo.gl/p1j8zJ
Napster: https://goo.gl/EvbKvs
Tidal: https://goo.gl/NGzuPy

Se volete la copia in digipack con booklet, scrivete a: emerald.shine.band@gmail.com